Introduzione alla Riflessologia Plantare


Fin dall’antichità l’arte dei trattamenti indiretti delle funzioni organiche attraverso la manipolazione (utilizzando aghi o semplicemente le dita) dei piedi, delle mani o persino delle orecchie è stata una pratica fondamentale, soprattutto in civiltà come Cina, India, Egitto e Impero inca.
Attualmente si sa che una manipolazione sui piedi è in grado di trasmettere impulsi elettrici verso il cervello, il quale stimolerà le aree riflesse delle zone trattate.

Infatti il sistema nervoso vegetativo influenza il sistema circolatorio (che produrrà un aumento del flusso sanguigno nelle zone riflesse con aumento del trasporto dei nutrienti), il sistema linfatico (con una regolarizzazione dell’immunità organica e dell’eliminazione delle tossine) e infine il sistema endocrino (con una attivazione ormonale).

Attraverso questa tecnica si potrà portare giovamento a svariati disturbi, che per le pratiche di un naturopata saranno disturbi digestivi e mestruali, mal di testa, raffreddori e sinusiti, dolori articolari e della colonna vertebrale.

Così come per tutti i rimedi “dolci” generalmente la reflessologia non produce serie controindicazioni, ma bisogna tener comunque a mente alcune situazioni da non trattare come le malattie infettive (aumentando la circolazione sanguigna attraverso il trattamento si può ampliare la diffusione dell’infezione), patologie curabili solo mediante operazioni chirurgiche, infiammazioni e trombi a carico delle vene, calcoli renali e biliari; in genere dopo la risoluzione di queste problematiche potrà essere effettuata la pratica reflessologica.

Altri squilibri che non dovranno essere trattati concernono la pressione sanguigna non stabile, le malattie mentali come la schizofrenia, gravi malattie reumatiche ai piedi; infine per quanto riguarda il cancro attraverso il trattamento si potrà avere una produzione delle endorfine che alleviando il dolore potrà essere di aiuto per la terapia che il paziente andrà ad effettuare.

In svariate discipline mediche si dà molta importanza alla disintossicazione dalle tossine, soprattutto prima di una terapia mirata; anche nella reflessologia l’attenzione verso le sostanze tossiche è allo stesso modo importante, dal momento che queste sostanze si depositano nelle terminazioni nervose ostacolando lo scambio degli impulsi elettrici. Le pressioni prodotte sui piedi vanno a ripristinare la situazione ma se il disturbo è cronico il trattamento potrà produrre dolore.


Attraverso il tocco sui piedi si potrà capire quale è la situazione dello squilibrio:
se il tessuto del piede si presenterà molle indicherà un processo del disturbo alle fasi iniziali, se sarà duro equivarrà a una fase intermedia del disturbo, infine se al tocco il tessuto del piede risulterà legnoso si potrà capire che lo squilibrio è oramai avviato e diventato cronico.



Leggi tutto l'articolo...

José Argüelles: prospettive alternative sulla cultura Maya


José Argüelles, statunitense di origine messicana, é stato il fondatore nel 1983 del movimento Planet Art Network, un'organizzazione per la pace che fonde arte e spiritualità al fine di raggiungere una meta politica mondiale, e della Fondazione per la Legge del Tempo nel 2000. Professore di storia presso l'Università di Princeton, l'Università di California, l'Università del Colorado e presso numerosi altri istituti specializzati in Storia dell'Arte, José Argüelles è stato l'autore di studi sull'antica cultura Maya ed il formulatore di brillanti teorie riguardanti la Legge del Tempo, che stabilisce che il tempo è una frequenza di sincronizzazione universale e la sua formula è T(E) = Arte, dove il tempo viene reso fattore dall'energia ed è uguale all'arte.

Reso famoso da un'opera sul misticismo Maya, intitolata Il fattore Maya (pubblicato nel 1987 ma disponibile in Italia solo dal 1999), Argüelles è stato il creatore del calendario Dreamspell (pubblicato con sottotitolo Il viaggio della terra nel 2013), una versione trasposta del calendario Maya tradizionale, criticato da alcuni studiosi e matematici proprio perchè utilizza un conto differente ma che, per Argüelles, risulta perfettamente sincronizzato con il calendario attuale, stabilendo la correlazione tra questo calendario e quello Gregoriano a partire dal 26 Luglio del 1992.
Quello che ha reso allo stesso tempo affascinante e controversa la teoria di questo studioso, è stato l'aver introdotto e fuso all'interno del suo calendario elementi peculiari di altre culture antiche, fra cui l'I Ching e la Psicologia popolare, sviluppamdo un movimento mondiale per l’accettazione del calendario di 13 Lune che coincide meglio con i ritmi dell’uomo e l’universo.
A partire da questo calendario è possibile indagare in maniera più profonda il misticismo della cultura Maya, aiutandoci a scoprire come mai questo popolo avesse queste peculiarità mistico/culturali e come mai il nome di questo popolo sia presente in molte culture antiche.

Maya è dappertutto: è la madre del Buddha, è la più luminosa delle Pleiadi (da cui prese il nome la dea greca della primavera e, in seguito, il mese di Maggio), in tutto l’Oriente è il velo dell’illusione che ci separa dalla verità; nei Veda è il nome di ‘una tribù di grandi navigatori’, ed è la radice originaria della parola latina maiestas. Maya non è il nome di un popolo vissuto in determinate coordinate spazio-temporali (la Mesoamerica tra i secoli I e X). Maya è uno stato di consapevolezza, una condizione dell’essere, un flusso di coscienza galattica, una visione della realtà. Chi è in grado di collegarsi a questo stato di coscienza è Maya a prescindere dalle coordinate spazio-temporali in cui si trova - è un Maya galattico. Lo studio dei codici matematici della quarta dimensione (che è il tempo) trasmessici dai Maya storici raggiunge con Argüelles vette di straordinaria brillantezza, fino a farci assaporare la magia dei maestri dell’armonia, la matemagica che è alla base del viaggio nel tempo, la destrezza dei divinatori del calendario, e la ricchezza della visione che è alla base della loro cosmovisione, in cui “il tempo non è denaro, il Tempo è Arte”.
Con Arguelles e il Fattore Maya l'astrologia archeologica, l'archeologia astronomica, in una parola la "Scienza dell'Orgasmo cosmico" assurge a strumento elevato di conoscenza. La domanda esistenziale che viene lanciata è: "cosa c'è sopra la nostra testa che non ci sia anche dentro di noi, e come questa realtà si manifesta in modo psichico e ciclico? "
Il Fattore Maya presenta un'analisi della storia del ciclo della civiltà umana dal punto di vista Maya. Il Fattore Maya è il fattore tralasciato, sottovalutato, in relazione alla comprensione della nostra storia.
E' evidente dappertutto: il corso imboccato dalla nostra storia va in direzione di una civiltà completamente tecnologica, basata sullo sfruttamento totale delle risorse naturali della Terra, con il conseguente inquinamento dell'ambiente naturale, noto con il termine scientifico di biosfera.
Il motivo per cui la direzione che abbiamo preso è preoccupante è che non sembrano esserci altenative a noi note. La situazione definisce una crisi al tempo stesso morale e biosferica. L'ottimismo tecnologico si rivela miope nel credere che si possa seguire questa direzione indefinitamente.
L'eredità Maya ci offre un'alternativa a questa folle corsa tecnologica all'oblio, che ci tiene avvinti in un incantesimo.
[..]
Questa conoscenza è codificata nel nostro calendario, che è più di un mero conto dei giorni.
Il nostro splendore deriva da una matematica superiore basata sul 20 e non sul 10, un sistema vigesimale e non decimale.
Vedete, l'essenza del tempo non è nella durata, computata in ore, minuti e secondi meccanici, che vi trascina nel vostro 'futuro'. Piuttosto, l'essenza del tempo è la sincronizzazione che voi conoscete vagamente come sincronicità, il cui strumento supremo è il vostro stesso biocomputer umano, con le sue venti dita fra mani e piedi, e tredici articolazioni principali.
Siete voi, oh umani, la via al di là della tecnologia - ma solo con la conoscenza giusta!
Ascoltate la nostra saggezza finché potete: il tempo non è denaro, il tempo è arte! Sì, la nostra eredità per voi è la scienza del tempo, la formidabile conoscenza che il tempo è la quarta dimensione!

CITAZIONE dal sito: http://www.misteria.org/


Leggi tutto l'articolo...

Droga e Abbuffate: sono parenti!



Al National Istitute on Drug Abuse (ente americano di ricerca sulle tossicodipendenze) un gruppo di scienziati ha pubblicato, sulla rivista Philosofical Transactions, il resoconto delle sue ricerca circa le forti somiglianze tra dipendenza da cibo e da droga.

I ricercatori dichiarano che il cibo attiva dei circuiti cerebrali del "piacere/ricompensa" sia tramite il rilascio di oppioidi e cannabinoidi endogeni, sia tramite il rilascio di dopamina (conseguentemente all'aumento di insulina e leptina). Gli scienziati ricordano che i dipendenti da cocaina subiscono gli stessi processi sopra citati. Sia i tossicodipendenti, sia gli obesi hanno una ridotta densità di recettori per la dopamina nei loro circuiti neuronali del "piacere/ricompensa"; da qui la loro difficoltà a provare piacere in condizioni "normali".
Tuttavia bisogna ricordare che le dipendenze si fondano sul condizionamento, ossia la ripetizione di uno stimolo associato ad un contesto esterno all'individuo.
È per questo che non hanno alcun effeto le terapie unicamente basate su cure farmacologiche o educative (indicazioni su diete e consigli alimentari).

Attualmente l'orientamento delle più recenti terapie vede l'integrazione di tecniche psicoterapiche, antistress e meditative, al fine di ottenere un carico emozionale maggiormente gestibile.


Leggi tutto l'articolo...

Avviso ai Naviganti!


Non credo faccia male ogni tanto cercare di fare il punto e capire in che situazione ci troviamo, perché alcuni nodi sono arrivati al pettine e i tradizionali metodi di giudicare le cose non servono più.
Per prima cosa bisogna cancellare la credibilità di tutti quei grandi esperti di economia che non sono stati in grado di individuare le cause della crisi finanziaria e prendere per tempo le contromisure, e ci hanno ripetuto fino all’altro ieri che il Dio Mercato avrebbe risolto tutto.

Ora invece il capitalismo è fallito e gli stessi invocano aiuti di Stato, che altro non sono che i soldi dei cittadini, sottratti ai sevizi sociali, e destinati a sostenere un altro ciclo capitalistico di truffe e imbrogli (socializzare le perdite, privatizzare i profitti).
Quando fallì l’Unione sovietica, che aveva gli arsenali militari pieni, ma i supermercati vuoti, si considerò giustamente che fosse una crisi di “sistema”, nessun sostegno di Stato fu invocato, e i primi provvedimenti che furono presi per uscire dalla crisi riguardarono proprio il taglio delle enormi spese militari.

Gli Usa, che sono all’origine della crisi, sono il paese più indebitato del mondo, vivono al di sopra delle proprie possibilità (sono il 5% della popolazione mondiale e bruciano il 40% di tutte le risorse), hanno spese militari stratosferiche (600 miliardi di dollari l’anno per la gestione ordinaria, e 3.000 miliardi di dollari spesi in 5 anni di guerra all’Iraq), hanno cercato ogni modo per uscire da questa situazione vendendo all’estero i propri “titoli tossici”, che altro non sono che una truffa premeditata.

Criminali di guerra e criminali economici, questo sono i nostri cari alleati, da cui prendiamo ordini e che occupano militarmente l’Europa per impedire l’integrazione politica ed economica con i nostri vicini.

La deliberazione più ovvia che avrebbe dovuto decidere la UE, dopo essere stata così pesantemente truffata dagli amici di oltre oceano, e dopo aver visto la politica aggressiva della Nato nei paesi ex-sovietici con il conseguente irrigidimento di Mosca e la certezza di una nuova, inutile, “guerra fredda”, sarebbe dovuta essere di prendere le distanze dall’ingombrante alleato, revocare il permesso a tutte le basi Usa e Nato, e pensare ad una politica estera di PACE e buon vicinato con la Russia, da cui peraltro dipendiamo per i rifornimenti di gas. Se queste decisioni non sono state prese è per puro masochismo o vigliaccheria di chi si sente pesantemente minacciato e non può fare scelte ovvie di libertà e autonomia.

Altro che rapporti tra paesi democratici, gli Usa, ancora oggi, fanno politica con la pistola sul tavolo ed elaborano le proprie strategie al Pentagono e non al Congresso.
Obama, se vuole campare, si adeguerà e sembra già su quella strada, almeno dalle scelte dei suoi collaboratori.

Un altro punto che dobbiamo avere ben chiaro, oltre la crisi finanziaria, è la crisi ambientale, che è generata ed accelerata dal modello capitalista della globalizzazione, che sempre in nome del Dio Mercato, fa produrre merci che arrivano solo dove ci sono i soldi per pagarle, e in definitiva agli obesi e ai ricchi, dopo averle fatte viaggiare su e giù per il mondo, con danni letali per l’ecosistema.
Anche qui la via di uscita ovvia sarebbe che ogni nazione producesse principalmente per il proprio mercato interno e che l’obiettivo fosse quello della autosufficienza alimentare ed energetica con le rinnovabili.

Il mondo non ha futuro se non la smette con la globalizzazione capitalista. Le merci, i viveri in particolare, devono essere a km zero e consumati dove sono prodotti e ciascun paese deve essere responsabile di questo.

La terza crisi è quella della sovrappopolazione, e qui assistiamo alla granitica alleanza fra capitalismo e religioni, che non possono concepire un mondo basato sulla sostenibilità, sulla decrescita attraverso l’uso della contraccezione, fino ad ottenere un numero di abitanti che la propria nazione possa nutrire e alloggiare confortevolmente (per capirci in Italia la quota sostenibile di abitanti non dovrebbe superare i 30 milioni di persone, come agli inizi del 1900).

Il mito capitalistico dell’eterno “sviluppo”, sommato alla esigenza delle Chiese di avere masse di ignoranti e disperati da strumentalizzare e manovrare, fanno sì che, pur con 800 milioni di persone che crepano di fame (dati FAO), si parla di aiuti di Stato alle famiglie numerose, si creano le condizioni di sempre più grandi emigrazioni che stanno rendendo invivibili le nostre città.
Dobbiamo riconoscere l’elementare verità che le tre grandi crisi, FINANZIARIA, AMBIENTALE, SOVRAPPOPOLAZIONE, sono generate dal capitalismo oggi al potere nel mondo e dalla alleanza con le religioni, sono crisi di “sistema” e non possono essere corrette, ma bisogna andare a sostituire logiche chiaramente distruttive e fallite con nuovi valori e nuovi poteri.
La cattiva notizia è che non vi è ancora una diffusa consapevolezza di come stanno le cose, perché finora gli scienziati e i pochi consapevoli sono stati etichettati da catasrofisti porta jella, mentre le grandi menti, tipo Berlusconi, affermano applauditissimi, che per uscire dalle crisi ci vuole ottimismo!

fonte: commento di Paolo De Gregorio sul forum di Nexus Edizioni


Leggi tutto l'articolo...

I giganti nella mitologia



I nostri lettori più fedeli ricorderanno certamente il post inerente gli esseri giganti detti annunaki.
Qui di seguito proporremo una digressione storico–mitologica a proposito di esseri giganti (o definiti tali) attraverso le credenze e le fonti che ci sono pervenute da diverse zone del mondo, più o meno equipollenti temporalmente.



La genesi secondo la mitologia nordica:

All’origine di tutto vi è Ymir, primo essere sulla terra, chiamato anche Aurgelmir, progenitore di tutta la sua stirpe. E’ narrato che durante il sonno stillava sudore e per questo nacquero sotto la sua mano un uomo e una donna. Ymir si nutriva dalla mucca Auðhumla, che a sua volta traeva le sue forze leccando le pietre ghiacciate. Il primo giorno che leccò le pietre verso sera uscirono da esse capelli di uomo, il secondo giorno una testa, il terzo l’intero corpo. Buri, così fu chiamato quell’uomo, ebbe un figlio di nome Borr da cui assieme a Bestia (figlia del gigante Bolporn) nacquero: Odino, Vili e Vè. Questi furono i primi fra gli dei.
Gli stessi uccisero Ymir e la sua stirpe di giganti del ghiaccio; tuttavia uno di loro, Bergelmir riuscì a fuggire, e da questo nacque una nuova generazione di giganti.
Poi gli dei presero il cadavere di Ymir, lo portarono nel baratro degli abissi e da lui trassero il mondo: la terra fu fatta dalla carne, l’acqua dal sangue, le montagne dalle ossa, le pietre e i massi dai denti anteriori, dai molari e dalle schegge di osso. Dal cranio di Ymir fu tratta la volta del cielo.
[..]
Con le sopracciglia del gigante Ymir fu fatto invece un possente recinto al centro del mondo, che fu detto Miðgarðr, destinato ad accogliere la stirpe umana.
Infine gli dei presero il cervello di Ymir e lo gettarono in aria, creando le nubi.

(Fonti principali: Völuspà, “I miti nordici” – Gianna Chiesa Isnardi)

I giganti nella mitologia nordica, e non solo, hanno sempre avuto un ruolo antagonista alle figure divine e protettrici degli umani, dunque per transitività da sempre sono stati nemici del popolo umano anche se a volte provenienti da incroci tra giganti e uomini stessi.
Cercando delle analogie con la nostra cultura, ovvero quella greca, si può riscontrare come Eurinome, gigantessa che ha dato inizio a tutto, i Titani nelle Titanomachie e i giganti nelle Gigantomachie, rivestano lo stesso valore e impersonifichino gli stessi ruoli in due zone del mondo separate, in culture che entreranno in contatto solo nell’epoca di splendore latino;
C’è da chiedersi se la radice indoeuropea da cui sia gli Achei (popolo greco ma dall’aspetto “germanico”) sia i popoli ugro-finnici e germanici provengono, non abbia fatto da fonte comune all’ispirazione degli scaldi da un lato e dei rapsodi dall’altro.

Get Through A Pay Day Loan Without the need of Offering Your Spirit

No matter what you are about or everything you do in life, chances are excellent you might have experienced hard fiscal times. In case you are for the reason that scenario now and need support, the following post will offer advice regarding payday cash loans. You must locate them very beneficial. A well informed determination is obviously the best choice!

Do your homework. Don't just choose the first organization you can see. Look into a number of loan companies to ensure that you get the best conditions to your circumstance. Although it may possibly consume a little bit more time than you want, this can save you profit the grab structure of issues. It might be possible to locate a internet site which helps you will be making swift reviews.

Its not all loan companies are exactly the same. Look around before you decide to select a company some offer reduced charges or higher easygoing payment phrases. If you some study, you can often spend less and make it easier to repay the financing after it is due.

Secondo teorie contemporanee (più o meno accettabili) si pensa addirittura che l’Odissea e l’Iliade siano state ideate nel contesto del mar Baltico, quindi questa fusione di livelli storico culturali crea di certo confusione.

Appurando il possibile contatto tra queste culture relativamente prossime, rimangono inspiegabili le figure di giganti in civiltà lontane come Sumeri e Maya ( entrambi convinti del passaggio del pianeta Nibiru e della presenza degli Annunaki / Quinatezmin), i Neiflim della bibbia, i Kauri dei Maori australiani ecc…

Gli scettici riderebbero lautamente alla lettura di queste parole, ma le testimonianze li farebbero ravvedere; numerosissimi infatti sono gli scheletri rinvenuti in moltissime zone della terra: dall’India alla Sardegna, dall’America del sud agli U.S.A., dalla Patagonia alla Svizzera, dal Messico alla Francia.

L’astronomo austriaco Hanns Hörbiger sosteneva che in una epoca molto antica la Terra avesse ben 7 – 8 satelliti, che avrebbero quindi inizialmente stimolato una crescita smisurata della fauna terrestre (per diminuizione della gravità terrestre) e successivamente causato la distruzione stessa di questa stessa (secondo alcuni causando la scomparsa di Atlantide e Lemuria).
Numerose sono state le teorie a proposito della possibile presenza in un’età antica di questi giganti, ma sono poco accreditabili e soprattutto vanno contro i canoni della teoria Darwinistica, un cardine fondamentale della nostra biologia.

Dunque ci sarebbe da chiedersi se siti megalitici come le piramidi di Giza reputable, la fortezza di Machu picchu, il complesso di Stonhenge ecc… siano stati creati e allestiti da semplici esseri umani muniti di semplicissimi utensili o da creature fuori dal comune di forza straordinaria e di grande ingegno!!!

A technique to make sure that you will get a payday advance coming from a respected loan company is usually to look for testimonials for a number of pay day loan companies. Performing this can help you know the difference legit loan companies from ripoffs which can be just looking to rob your money. Ensure you do adequate analysis.

Before applying for a pay day loan, verify if you have any other resources. To protect yourself from high interest rates, attempt to obtain merely the quantity required or acquire from your family member or friend to save on your own interest. By credit dollars from a friend, you can prevent the service fees related to payday loans.

No matter what circumstance you might be facing, you need good advice to help help you get out of it. With any luck , this article you just go through has given you that suggestions. You already know what you should do today to aid yourself out. Make sure you know all the specifics, and so are making the ideal decision.


Leggi tutto l'articolo...

Programmi Open Source Multipiattaforma


La comunità open source ha decine di progetti che mostrano di essere tra i migliori strumenti per tutelare la privacy e non solo.
Il parco software si espande ogni giorno e offre sempre prodotti nuovi, destinati a tutto il pubblico informatico. Sono ormai diverse le applicazioni disponibili per tutti i maggiori sistemi operativi e tutto senza tirare fuori un centesimo.
Se siete un geek o semplicemente uno smanettone, con la lista che andiamo a presentarvi oggi, siamo sicuri che troverete almeno un paio di applicazioni da poter provare sulle vostre macchine.



Kgb Archiver - Questo strumento per l'archiviazione dispone di un elevato tasso di compressione. Per utilizzarlo avremo bisogno di un sistema piuttosto robusto: processore 1.5GHz e minimo 256Mb di ram. Dispone, inoltre, del sistema AES-256 utilizzabile per cifrare i nostri archivi. Sistemi operativi: Windows, Linux, Unix, OSX, BSD.



Nixory - è un programma Anti Spyware per Firefox progettato per eliminare dannosi data miner, entrati nei cookies. E' un software scritto completamente in Python e PyGTK, ed è supportato da tutte le piattaforme più usate (Windows, Linux, Unix, MacOS, Solaris, etc...)
Per maggiori dettagli a proposito e per una guida all'installazione leggere le relative sezioni sul sito.


Mixmaster permette di inviare e-mail anonime o sotto diverso alias. Mixmaster è un re-mailer di tipo II, le attuali versioni sono stabili e assai diffuse. I pacchetti per le distribuzioni Debian GNU / Linux possono essere anche trovate su http://packages.debian.org/mixmaster. Sistemi operativi: Windows, Linux, Unix, OSX, BSD.



Jpdf Tweak - Coltellino svizzero per i file PDF. Questa applicazione ti permette di fare un sacco di modifiche, cifra e decodifica, combina più pdf, ri-ordina le pagine e molto altro ancora. E 'scritto in Java, quindi si può utilizzare su qualsiasi sistema operativo! Suggeriamo, per il suo utilizzo, di dare un'occhiata al manuale.



Darik's Boot e Nuke - Rimuove i file in modo sicuro dall'HD.DBAN” cancella i file dalla maggior parte dei dischi rigidi presenti sui computer in commercio, rendendosi uno strumento utile per la maggior parte di emergenze che riguardano la distruzione dati.


Per ora è tutto. Consigliamo di seguire sempre le guide ufficiali di questi programmi e di effettuare un backup dei vostri dati, prima di provare ad installarli, risolverete senza problemi eventuali catastrofi procurate al sistema della vostra macchina. Per raggiungere le pagine dei programmi e per il download cliccate sulle rispettive immagini.


Leggi tutto l'articolo...

Osama-Berlusconi? «Trappola giornalistica»


Stando ad un articolo del 30 novembre del Corriere della Sera, sembra che Francesco Cossiga abbia affermato (a riguardo dell'ultimo video di Osama Binladen pervenuto alle reti televisive)
«È un videomontaggio di Mediaset e fatto giungere ad Al Jazira per rilanciare il Cavaliere in difficoltà»

fonte: Il Corriere della Sera

«A quanto mi è stato detto domani o dopo domani la più potente catena quotidiani-periodici del nostro Paese dovrebbe dare le prove, con uno scoop eccezionale, che il video (in realtà un audio, ndr) nel quale riappare Osama Bin Laden, leader del 'Grande e potente movimento di Rinvicita Islamica Al Qaeda', che Allah lo benedica!, nel quale sono formulate minacce anche all'ex premier Silvio Berlusconi, sarebbe nient'altro che un videomontaggio realizzato negli studi di Mediaset a Milano e fatto giungere alla rete televisiva islamista Al Jazira che lo ha ampiamente diffuso». Lo afferma il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga in un comunicato.

«La trappola sarebbe stata montata, secondo la sopra citata catena di stampa, per sollevare una ondata di solidarietà verso Berlusconi, nel momento nel quale si trova in difficoltà anche a causa di un altro scoop della stessa catena giornalistica sugli intrecci tra la Rai e Mediaset», continua il senatore a vita. «Da ambienti vicini a Palazzo Chigi, centro nevralgico di direzione dell'intelligence italiana, si fa notare che la non autenticità del video è testimoniata dal fatto che Osama Bin Laden in esso 'confessa' che Al Qaeda sarebbe stato l'autore dell'attentato dell'11 settembre alle due torri in New York, mentre tutti gli ambienti democratici d'America e d'Europa, con in prima linea quelli del centrosinistra italiano, sanno ormai bene che il disastroso attentato è stato pianificato e realizzato dalla Cia americana e dal Mossad con l'aiuto del mondo sionista per mettere sotto accusa i Paesi arabi e per indurre le potenze occidentali ad intervenire sia in Iraq sia in Afghanistan. Per questo - conclude Cossiga - nessuna parola di solidarietà è giunta a Silvio Berlusconi, che sarebbe l'ideatore della geniale falsificazione, né dal Quirinale, né da Palazzo Chigi né da esponenti del centrosinistra!».

In realtà è giunta a Berlusconi la solidarietà per il governo di Vannino Chiti, ministro per i Rapporti con il Parlamento: «Esprimo la mia solidarietà a Silvio Berlusconi chiamato in causa, assieme ad altri leader europei, dal terrorista Osama Bin Laden nel suo messaggio di propaganda. Contro il terrorismo e contro queste farneticazioni deve essere forte l'unità delle forze politiche in Italia e l'impegno comune e la solidarietà dei popoli europei».

..come dicevamo alcuni post fa..in italia l'informazione è oggettiva e indipendente??


Leggi tutto l'articolo...

Questo blog utilizza il nero come sfondo delle pagine per ridurre lo stress visivo.